PARLARE, ASCOLTARE

«Parlare è un bisogno, ascoltare è un’arte» (J.W.von Goethe).
Nessuno ha bisogno di ascoltare, ma tutti abbiamo bisogno di essere ascoltati e di esprimerci.
L’ascolto empatico è l’arte di ascoltare con gli occhi e con il cuore oltre che con le orecchie.
«L’uomo non è solo un essere ‘parlante’, è anche un essere ‘ascoltante’» (Gennaro Cicchese). E ascolto implica silenzio, inteso come luogo della relazione. Il silenzio è un modo di vivere il rapporto con sé e ....continua a leggere --->

Angelo Vassallo: una sfida da raccogliere

Ricominciamo di nuovo la nostra avventura dedicando un pensiero alla ricorrenza di domani del 10° anniversario della barbara uccisione di Angelo Vassallo, Sindaco Pescatore, avvenuta il 5 settembre 2010.  Proprio perché si potesse averlo meglio presente ho cercato una sua foto nel sito della stessa Fondazione Angelo Vassallo. Per chiedere l’autorizzazione a utilizzarla ho così contattato i referenti e con mia grande meraviglia mi ha risposto Massimo, fratello di Angelo. Visto la sua ammirevole disponibilità, dopo aver ricevuto il consenso, mi sono sentito libero di chiedergli anche se gli faceva piacere leggere quanto avevo preparato così da dirmi ....continua a leggere --->

Contemplare la bellezza riflessa nella natura

Mai come quest’anno le vacanze hanno un sapore del tutto speciale proprio perché sono state precedute da un periodo di grandissima sofferenza e ciò a causa della pandemia che improvvisamente a sconvolto drammaticamente la nostra quotidianità richiamandoci così proprio tutti all’essenzialità.
Per questo le vacanze possono diventare più che mai una imperdibile opportunità per contemplare la bellezza della natura e in questo modo renderci conto che, come in essa tutto è reciprocamente unito dall’amore, anche noi dobbiamo tendere ad amarci gli uni gli altri proprio perché siamo ....continua a leggere --->

Non stare fermi a guardare la notte ma affrettare l’alba

Si può affermare senza alcun dubbio che l’aforisma più celebre fra quelli citati da Giulio Andreotti è questo: «Il potere logora chi non ce l’ha». Le vicende politiche però dimostrano che il potere logora anche chi ce l’ha e, riguardo al governo nazionale, ne è una lampante conferma i continui, laceranti cambi di maggioranza durante la stessa legislazione.

È del tutto evidente quindi che in questo contesto appare quantomeno difficilissimo che quanti esercitano ruoli istituzionali riescano ad avviarsi davvero verso una ....continua a leggere --->