Amare il nostro tempo

Penso di non offendere nessuno se dico che ci siamo troppo abituati a divorare freneticamente ogni cosa perfino il tempo e così non riusciamo più a trovare nemmeno un momento per fermarci a capire il senso di quanto facciamo, di quanto sta succedendo intorno a noi, del travaglio che sta attraversando la stessa umanità. Aldo Moro, nel preziosissimo scritto che vi propongo oggi, con grande acutezza afferma infatti che Non amiamo il nostro tempo, perché non vogliamo fare la fatica di capirlo nel suo vero significato…” Proviamo allora a leggere con tutta l’attenzione possibile quanto ci dona in modo lungimirante, ....continua a leggere --->

L’importanza di dare valore a ciò che unisce

Il dubbio che aveva allora Alcide De Gasperi, da me riportato domenica scorsa, diventa oggi per tutti noi una drammatica realtà e cioè che stiamo vivendo giorni davvero amari per il nostro Paese e c’accorgiamo che non siamo preparati ad affrontare la drammatica situazione con la solidarietà e la compattezza necessarie.

Questo è dovuto al fatto che il contesto nel quale viviamo è caratterizzato da un soffocante individualismo il quale ha portato ad una penalizzante frammentazione e tutto questo sta negativamente pesando anche sullo stesso processo democratico: infatti i partiti si sono ....continua a leggere --->

Fare della democrazia una questione di ciascuno

In continuità con la riflessione di ieri cerchiamo adesso di comprendere ancora di più cosa significa che la politica va attuata attraverso uno stile comunitario. Lucia F. C, l’autrice dell’articolo di oggi, così commenta acutamente proprio su questo blog quanto lei stessa scrive in esso: «Oggi non basta più che la democrazia sia una questione di popolo. Un popolo che vota -sempre più stancamente- ogni tanto, oggi occorre che ciascuno di noi tessa il filo di democrazia che ha in mano e lo intrecci con pazienza e intelligenza nel suo ambiente: dal pagare le tasse, all’interessarsi del ordine del giorno del proprio consiglio comunale; dal ....continua a leggere --->

Le radici comunitarie della nostra Costituzione

Dopo aver chiarito la finalità e i contenuti, dopo aver lasciato alle spalle le vacanze di ferragosto, una settimana dedicata all’approfondimento di ciò che deve ispirare la nostra azione, adesso è arrivato il momento di incominciare a realizzare lo scopo specifico di questo blog e cioè la politica e lo facciamo con un articolo della dottoressa Daniela Ropelato nel quale viene evidenziato le radici comunitarie della nostra Costituzione. Per sollecitare e favorire la condivisione pongo un interrogativo: siamo coscienti che la nostra Costituzione chiede di vivere la politica con questo stile comunitario? Ringrazio fin d’ora tutti coloro ....continua a leggere --->