Storico: da ieri la Palestina fa parte dell’ONU come “Paese Osservatore”

Ieri, 29 Novembre 2012, all’ONU è stata una giornata storica in quanto l’Assemblea Generale si è espressa in modo largamente favorevole all’ingresso della Palestina al Palazzo di Vetro in veste di Paese osservatore non membro (e ciò rappresenta un passo avanti davvero molto importante nella prospettiva di un suo pieno riconoscimento): alla votazione infatti sono risultati 138 i sì, 9 i no e 41 gli astenuti.
Accolto da una standing ovation il leader dell’Anp Abu Mazen ha pronunciato un ultimo appello nel quale ha chiesto “un certificato di nascita” dello Stato Palestinese, una richiesta che come si è visto ha ricevuto una ....continua a leggere --->

La politica vista dai giovani: solo malaffare? No, molto di più

Sul sito del Movimento politico per l’unità è stato pubblicato un bel articolo a firma di Marco Fatuzzo, che ringrazio di cuore, riguardante ancora la serata con i giovani responsabili politici e ciò non può che riempirci di gioia visto la risonanza nazionale che è stata dedicata a questo particolare avvenimento. Per essere sicuro che tutti possiate leggerlo lo riporto.

 

Sotto il Monte, il piccolo paese del bergamasco che diede i natali ad Angelo Roncalli (papa ....continua a leggere --->

Un dono da fare all’Italia

L’altro ieri vi avevo parlato dell’importanza di saper accogliere le differenze culturali, religiose… come una ricchezza e avevo portato alla vostra conoscenza un articolo il quale terminava così: “Ognuno di noi ha la responsabilità di suscitare luoghi ospitali entro cui sia possibile avvicinarsi gli uni agli altri con fiducia, nella vita quotidiana: solo così i nostri figli potranno crescere con la consapevolezza che l’altro non fa (affatto) paura e che scoprirlo stimola in noi innumerevoli opportunità di crescita”.
Proprio domenica si è tenuto una preziosissima giornata-laboratorio promossa insieme dal Movimento dei Focolari e da ....continua a leggere --->

Le primarie sconfiggono l’antipolitica e rafforzano la democrazia

Indipendentemente dalle nostre differenti posizioni politiche credo che dovremmo essere tutti d’accordo su un punto e cioè, come ho scritto poco fa su facebook: Le primarie del Pd, con oltre tre milioni che hanno perfino aspettato in lunghe file per andare a votare, sono una fortissima conferma che i cittadini hanno sicuramente voglia di partecipare e di poter contare nel prendere le decisioni che riguardano il bene del nostro Paese. Questo è un segnale importantissimo proprio perché dimostra che solo attuando la più ampia partecipazione si sconfigge l’antipolitica e si rafforza così la stessa democrazia.                  A ....continua a leggere --->