Repetita iuvant

E’ possibile una cultura della fraternità nella città?                                                  «Giorgio La Pira l’aveva capito già da tempo: parlando al Comitato Internazionale della Croce Rossa  a Ginevra nel 1954, il sindaco di Firenze aveva espresso il suo amore ma anche la sua grande preoccupazione per le città: “queste essenziali strutture della civiltà umana – strutture in cui trovano espressione i valori storici e creativi dell’uomo”.
Parole forti, ancora attuali come sessant’anni fa. Le città oggi sono chiamate a rispondere alle sfide ....continua a leggere --->