Un augurio perchè le primarie siano vissute nello spirito di fraternità

Sto seguendo in questi giorni il ballottaggio tra Bersani e Renzi per la scelta del candidato premier del centrosinistra e rispetto alla prima tornata provo dispiacere assistere ad una polemica piuttosto accesa su chi deve o non deve votare domani e ciò purtroppo sta rischiando di danneggiare proprio quello che finora è stato un tripudio di democrazia.

Da osservatore disinteressato, ma attento a cogliere e valorizzare anche la più piccola iniziativa a favore della partecipazione, mi permetto di dire che occorre sempre usare una grande dose di buon senso non solo nel interpretare le regole ma ancor più nel attuarle ....continua a leggere --->