Cosa mi costringe a parlare? Una strana cosa: la mia coscienza. (Victor Hugo)

È con questa insopprimibile convinzione che vi chiedo di leggere quanto adesso andrò esponendo, naturalmente avendo presente lo spirito che mi anima e con il quale ho sempre cercato di scrivere i miei post: l’impegno a vivere la fraternità nel mio agire e di conseguenza nell’attuarla verso tutti… nessuno escluso.
Sta per finire una delle peggiori campagne elettorali a cui finora ho avuto modo di assistere e diversamente da quanto, ormai da tantissimo tempo, avevo sempre fatto cioè di non manifestare mai pubblicamente la mia valutazione politica su singoli partiti (questo proprio perché desidero che i miei amici di differenti appartenenze ....continua a leggere --->