Il potere è servizio, cioè amore

«I re comandano sui loro popoli e quelli che hanno il potere si fanno chiamare benefattori del popolo. Voi però non dovete agire così! Anzi, chi tra voi è il più importante diventi come il più piccolo; chi comanda diventi come quello che serve. Secondo voi, chi è più importante: chi siede a tavola oppure chi sta a servire? Quello che siede a tavola, non vi pare? Eppure io sto in mezzo a voi come un servo».
Ieri quando ho udito queste esigentissime parole sono rimasto molto colpito perché ho compreso che esse racchiudevano il più alto insegnamento di come va inteso il potere, insieme all’esempio radicale con cui va ....continua a leggere --->

Creare spazi reali di autentica fraternità

Ieri Papa Francesco incontrando i membri del Corpo Diplomatico ha rivolto un discorso nel quale, dopo aver evidenziato l’amore che Francesco d’Assisi aveva per i poveri e di quanti poveri ci sono ancora nel mondo, ha anche affermato che: “C’è anche un’altra povertà! È la povertà spirituale dei nostri giorni, che riguarda gravemente anche i Paesi considerati più ricchi. È quanto il mio Predecessore, il caro e venerato Benedetto XVI, chiama la “dittatura del relativismo”, che lascia ognuno come misura di se stesso e mette in pericolo la convivenza tra gli uomini. E così giungo ad una seconda ragione del mio nome. Francesco d’Assisi ....continua a leggere --->

La sovranità appartiene al popolo

Seguendo ieri le consultazioni ho avuto la conferma che il rinnovamento della politica sarà davvero possibile soltanto quando noi cittadini/elettori ci lasceremo guidare nelle nostre scelte dalla ragione e dalla oggettività anziché lasciarci condizionare dall’emotività e dalle apparenze.
Se infatti dalle elezioni è emerso un quadro ancora più complicato di quanto lo era già ciò è dovuto soprattutto al fatto che noi non abbiamo saputo attuare un discernimento personale e comunitario approfondito così da riuscire soprattutto a distinguere le proposte dalle chiacchere e slogan il cui obiettivo era solo quello di parlare alla pancia invece che ....continua a leggere --->

Segnali forti

Galleria

Altro che foglia di fico o un forte raffreddore, come Grillo ha definito l’elezione di Pietro Grasso, in quanto insieme a Laura Boldrini, Presidente della Camera, hanno iniziato a mandare davvero segnali forti basta leggere il loro comunicato che vi riporto dal sito del Presidente del Senato. Il fatto stesso poi che lo abbiano condiviso insieme dimostra l’impegno a interagire attivamente fra loro e questo testimonia più di tante parole che il cambiamento si è già veramente messo in moto.

COMUNICATO CONGIUNTO PRESIDENTI SENATO E CAMERA 19 Marzo 2013
GRASSO E BOLDRINI: AVVIARE SUBITO UN PIANO DI TAGLI E ....continua a leggere --->