Una politica nuova è un popolo nuovo

Avevo accolto con un certo ottimismo la proposta Renzi/Berlusconi ma davanti alla rigidità (soprattutto di Fi) a rivedere con maggior equità la soglia per accedere al premio di maggioranza, così come quella di sbarramento e anche al totale rifiuto di prendere in considerazione l’introduzione delle preferenze o almeno di stabilire le primarie per legge, bisogna ammettere che, pur cercando di comprenderne le ragioni, si rimane sconcertati in quanto ciò è davvero del tutto ingiustificabile proprio in quanto non solo non mantiene nei fatti la dichiarata volontà di ricercare un’ampia condivisione, ma anche perchè finora non è stata portata nessunissima ....continua a leggere --->

POCHI VIVONO

Che sofferenza vedere troppi politici passare continuamente da un salotto televisivo all’altro dove spesso è più un parlarsi addosso e in questo modo permettono che tutto finisca nel tritacarne mediatico con il risultato di compromettere l’indispensabile mediazione, la quale richiede un’alchimia molto delicata se non si vuole pregiudicare il risultato finale e quindi serve tantissima prudenza.

Tutto ciò preoccupa ancor di più in quanto si va notando che questo crescente scontro politico in atto tra i rappresentanti delle differenti forze politiche sta sempre più pesantemente condizionando il nostro stesso modo di ....continua a leggere --->

L’unità, un’aspirazione dell’umanità

… L’idea che soggiace a tutto ciò che riguarda il Movimento dei Focolari è l’“unità”. Realizzare l’unità più profonda fra tutti i cristiani ed allargarla, con coloro che non lo fossero, alla fraternità universale: questo il suo compito. L’unità è, infatti, quella realtà di cui ha parlato Gesù quando, prima di morire, ha pregato il Padre per la partecipazione di tutti gli uomini alla vita della Santissima Trinità.
In tale preghiera ha chiesto che ogni uomo, divenuto cristiano, fosse una cosa sola con gli altri cristiani, come il Padre è una cosa sola col Figlio. Gesù però, poiché è morto per tutti gli uomini, ha avuto ed ha ....continua a leggere --->

Il disegno della città, un mosaico di relazioni

“Come esiste un disegno nella vita di ciascuno di noi, anche la comunità cui appartengo ha una sua chiamata, che non è semplicemente il prodotto casuale di mille indifferenti interessi individuali, ma il risultato di tante storie che si intrecciano in un disegno comune; è questo – il suo nascere dalla realtà, dalla storia – che costituisce la mia città, il mio paese, il mio popolo, i quali hanno infatti una loro identità, una tradizione, una cultura. Il compito del politico dell’unità è quindi di chiedersi qual è la vocazione della propria città (paese) e cercare di prendere le decisioni che creano le condizioni perché ciascun ....continua a leggere --->