L’integrazione europea è irreversibile

In vista delle elezioni europee del prossimo 25 maggio si fa più intenso in Italia il dibattito circa il ruolo dell’Europa, la moneta unica e il senso stesso del vincolo europeo per le politiche dei Paesi membri. Forti sono i timori di un crescente scetticismo dell’opinione pubblica nei confronti dell’integrazione europea a fronte di una maggiore rivendicazione dell’autonomia nazionale. Un’occasione di riflessione su questi temi l’ha offerta in questi giorni il Movimento politico per l’unità (Mppu), diramazione del Movimento dei Focolari, che ha promosso a Roma una Conferenza dal titolo: “Europa tra prossimità e ....continua a leggere --->

SANTI INSIEME

“Affinché l’umana società sia uno specchio il più fedele possibile del Regno di Dio, è necessario l’aiuto dall’alto. Allontani Egli dal cuore degli uomini ciò che può mettere in pericolo la pace; e li trasformi in testimoni di verità, di giustizia, di amore fraterno. Illumini i responsabili dei popoli, affinché accanto alle sollecitudini per il giusto benessere dei loro cittadini garantiscano e difendano il gran dono della pace; accenda la volontà di tutti a superare le barriere che dividono, ad accrescere i vincoli della mutua carità, a comprendere gli altri, a perdonare coloro che hanno recato ingiurie; in virtù della sua azione, si ....continua a leggere --->

Non è qui! Alla ricerca del Risorto, o ricercati dal Risorto?

Non è qui! E dove allora?
Nel Vangelo della notte di Pasqua mi hanno colpito le prima parole dell’angelo:              “Non è qui!”.
Così assertive, così lapidarie.
Gesù non è più tra i morti. È vivo!
E se non è qui, dov’è allora?
Il tempo di Pasqua ci è dato perché ne scopriamo la presenza:
Egli si nasconde e si rivela sotto mille volti.
C’è solo bisogno della passione per la ricerca,
delle lacrime di Maria di Magdala,
dell’angoscia non rassegnata di Cleopa e del suo compagno
del rammarico di Pietro e della sua voglia di riscatto
E se non ....continua a leggere --->

Approvata la legge sul voto di scambio

Mercoledì 16 aprile è stata approvata definitivamente al Senato la legge sul voto di scambio e ciò, pur tenendo presente le diverse considerazioni che sono state espresse al riguardo, è un fatto in sé molto importante. Certo, rispetto alle pene previste va detto con grande chiarezza che bisognava essere decisamente più intransigenti. L’augurio quindi è che si possa rimediare quanto prima e per questo è necessario che le diverse realtà politiche facciano di tutto per evitare insanabili divisioni e perciò si sforzino coraggiosamente e sapientemente di attuare sempre un costruttivo dialogo: qualche volta infatti può essere anche molto difficile… ma ....continua a leggere --->