“I migranti sono i morti della speranza negata” Ciotti

“Questi ripetuti naufragi di migranti – ultimi degli ultimi, morti della speranza negata – sono l’effetto di un più generale naufragio delle coscienze, di un generale voltarsi dall’altra parte’”. Lo ha detto don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele e di Libera, a margine del suo intervento su pace e giustizia alla Scuola della Rosa Bianca, a Terzolas (Trento). “Mai come oggi il male si allea con le nostre omissioni, con il nostro vedere e lasciare fare, con la nostra consapevole complicità. Le tragedie dell’immigrazione – ha aggiunto – nascono da un naufragio delle coscienze ma anche da ....continua a leggere --->