Guardare le nostre città, il Paese con gli occhi di un Padre

Era conosciuta come la parabola del “figliol prodigo” ma giustamente poi ridefinita “la parabola del padre misericordioso” proprio perché è questo il suo vero significato. Nonostante tutto però si tende spesso a commentarla in senso moralistico e cioè evidenziando come i due diversi atteggiamenti dei fratelli in fondo sono simili ai nostri e che dunque dobbiamo convertirci per essere degni dell’amore del padre e in questo modo sembra di essere legati a lui più da una dipendenza subita che da un rapporto di autentica libertà.
Un giorno però, mentre ascoltavo la lettura di essa un po’ ....continua a leggere --->

Solidale col prossimo

Foco

 

 

In ogni persona che incontro devo vedere il Signore, e perciò amarla e servirla, sempre: in casa e in istrada, al lavoro e al caffè, nella fabbrica e nello studio… Sempre con Cristo io tratto; magari con un “povero Cristo”.
Tanto è vera questa equivalenza, che Dio, al giudizio, tratterà me come io ho trattato il fratello.
Per tale nesso l’uomo procura il bene proprio procurando il bene al ....continua a leggere --->

La democrazia è un organismo che vive di relazione

La politica di oggi ha bisogno di ideali saldi, maturati storicamente, e di una visione del cambiamento che la porti oltre il quotidiano. In altre parole, ha bisogno di ispirazione e di profezia”. ( Alberto Lo Presti)                                         L’Italia, come ogni nazione, non è un’entità monolitica ma l’insieme delle città di cui è composta: sono esse infatti che con la loro diversità concorrono a realizzare, come un mosaico, il volto vivo del nostro Paese. Al riguardo Giorgio La Pira, carismatico sindaco di Firenze, in modo molto significativo proprio così le ....continua a leggere --->