Perchè siamo per un “NO” costruttivo

Molti sono contrari per ragioni ideali e politiche che andrebbero ascoltate!    Savino Pezzotta

Mentre ci stiamo avviciniamo sempre più al 4 dicembre, giorno in cui si terrà il referendum sulla riforma costituzionale, mi permetto di proporre alcune considerazioni maturate da una condivisione con altri due amici, con le quali spieghiamo le ragioni del ....continua a leggere --->

L’urgente bisogno di sapienza politica

«Noi abbiamo una costituzione deliberata in base ai risultati del plebiscito: essa è l’unica esistente sulla quale oggi possa vivere e operare l’unità nazionale … mettete in forse la Costituzione in una sua parte essenziale e voi farete vacillare tutto: la legittimità, l’autorità, l’unità, il diritto storico e quello formale».

Alcide De Gasperi * 

Il “peccato ....continua a leggere --->

SI POTEVA E SI DOVEVA FARE DI PIÙ

Sono sempre più convinto che tutti questi numerosissimi dibattiti che si vanno tenendo riguardo alla riforma costituzionale, i quali pur tra diffidenze e strumentalizzazioni permettono di tenere vivo il confronto, dimostrano con sempre maggior chiarezza che occorreva che tutti si mettessero con più disponibilità in ascolto gli uni degli altri e ciò andava fatto prima di tutto in Parlamento: era lì infatti che si poteva e si doveva fare di più per ricercare insieme soluzioni comuni.

Ma non tutto è perduto se subito dopo il referendum, e qualsiasi ne sarà il risultato, si farà tesoro del molto positivo che pure è ....continua a leggere --->

In Congo nasce il Movimento Politico per l’Unità

0-nasce-in-congo-il-mppu

 

 

 A conferma di quanto scritto nel post precedente, cioè di come si va sempre più diffondendo nel mondo quella politica che nasce dal carisma dell’unità di Chiara Lubich, è importante mettere in evidenza questa bellissima testimonianza: il mese scorso infatti a Kinshasa, Congo, è nato il Movimento Politico per l’Unità il cui scopo è proprio quello di ....continua a leggere --->