La realtà trinitaria quale contributo alla dimensione politica (1)

(…) «L’Assoluto, spiega Giuseppe Zanghì, si rivela Trinità, dicendoci definitivamente quel che l’Assoluto non è! L’Assoluto non è la negazione della diversità: Egli in se stesso è, in un suo modo, diversità! (. ..) Questa rivelazione, ove l’Assoluto – l’Uno dice di Sé: “Siamo” (cf. Gv 10,30), è stata l’autentica dichiarazione di consistenza della storia, del divenire, dell’utopia». È dunque la rivelazione dell’Unitrinità di Dio ad aprire lo spazio al sociale umano, che possiamo definire come «lo spazio dell’esistenza dell’uomo nel quale egli, libero e intelligente, deve giungere a ....continua a leggere --->