Definire il proprio progetto culturale

Premessa
Si sta assistendo ad un interessato fervore e non a caso, visto che di fatto siamo già in campagna elettorale, in quanto si stanno tenendo congressi di partito, nascono nuove formazioni partitiche, si fanno facili promesse elettorali, slogan ad effetto… con l’intento, da parte di ciascuno, di contendersi così il consenso politico, ma non ci si vuole rendere conto che non è in questo modo che si convinceranno i cittadini/elettori: senza infatti iniziative davvero credibili, cioè facilmente verificabili, non si riuscirà a frenare la più che prevedibile valanga dell’astensionismo.
Per esempio potrebbe essere molto ....continua a leggere --->

Tessere rapporti di buon vicinato

«Tessere rapporti di buon vicinato è una delle forme più efficace per rendere abitabile la città, ma soprattutto per rendere i cittadini solidali dentro una sorta di convivenza fraterna che ha, insieme con il rispetto, la discrezione, anche la prontezza, la determinazione nel non lasciare che nessuno sia solo, nessuno sia disperato, come nel non mettere a nessuno di esser prepotente, di essere fastidioso. Quindi il buon vicinato, mi pare, è promettente proprio per la fecondità del bene e anche come argine al male».
Dall’intervista a mons. Delpini sul Discorso alla Città ....continua a leggere --->

Diversi e uniti

A ulteriore sostegno di quanto esposto finora, in merito all’importanza di essere uniti nella diversità, ecco cosa ha affermato ancora Papa Francesco ai giovani cubani il quale termina il suo accorato intervento con questa esigente richiesta: “Questo vi chiedo oggi: siate capaci di creare l’amicizia sociale. (…) Per favore, non dividiamoci tra noi. Andiamo insieme, uniti, anche se la pensiamo diversamente”.

«Cuori aperti, menti aperte. Se la pensi in modo diverso da me, perché non ne parliamo? Perché stiamo sempre a litigare su ....continua a leggere --->