Non “contratti” ma progetti politici condivisi (3)

L’attuale governo giallo-verde si è insediato sulla base di un “contratto”, concordando cioè tra loro i punti che ciascuno vuole approvare, il quale però sul piano concreto sta mostrando tutti i suoi limiti in quanto si va assistendo, ormai quotidianamente, ad accese contrapposizioni dovute principalmente proprio alla vistosa differenza di scopi che le due forze politiche vogliono perseguire. Questo fa comprendere quindi ancor più come è penalizzante ricorrere all’improvvisazione o ad alleanze incompatibili perché ciò impedisce proprio la governabilità, la quale invece è favorita nella misura in cui si riesce a dar vita davvero ad un progetto ....continua a leggere --->