Serve una radicale autoriforma delle forze politiche (2)

Ciò che sempre più spesso impedisce un costruttivo confronto tra le forze politiche è proprio la “statura” del ceto politico attuale, selezionato dai partiti (ormai da 15 anni) secondo mere logiche di appartenenza e di “fedeltà” ai rispettivi “capi”, senza possibilità d’intervento da parte dei cittadini elettori per scegliere personalmente i propri rappresentanti in Parlamento, che sarebbero invece fondate su logiche selettive di storie personali trasparenti, riferimenti valoriali, professionalità e competenza. Diventa quindi determinante chiedere con determinazione che i partiti, i movimenti e i gruppi ....continua a leggere --->