Far rinascere tra tutti un’aspirazione mondiale alla fraternità

Nell’agire socio-politico sono due i più impegnativi ostacoli che inevitabilmente mettono a dura prova il dialogo e cioè il conflitto e la categoria del nemico. È un dato di fatto che il confronto fra persone, fra vedute e progetti differenti, lo costatiamo quotidianamente, è fonte di conflitto il quale accade a tutti i livelli: tra i diversi ruoli istituzionali, tra le forze politiche, tra quanti compongono la società civile.
Allora occorre prendere coscienza di ciò in modo che il conflitto non venga subìto passivamente ma affrontato e la maniera più adeguata per farlo è ....continua a leggere --->