Serve un risveglio collettivo

In questi giorni mentre facevo una ricerca con mia sorpresa ho ritrovato una interessantissima intervista del prof. Antonio Maria Baggio, rilasciata alla Radio vaticana nell’aprile del 2011,  riguardo all’allora difficilissima situazione politica e così mi sono messo a rileggerla rimanendo molto sorpreso nel costatare che quanto aveva affermato in quel particolare momento è purtroppo oggi ancora molto più di grande attualità.                                                                                                                              Per questo dunque avverto quanto sia importante condividere ampi stralci di essa con tutti voi e proprio per poterne cogliere al meglio i diversi aspetti della sua articolata riflessione è più che opportuno prima evidenziare in sintesi i punti che successivamente verranno sviluppati singolarmente. Al termine verrà poi allegato un file con la versione integrale di quanto pubblicato così da poter rileggere l’intera riflessione nel suo insieme.

1) LA FRATERNITÀ. (La politica si blocca perché…) Quello che manca… è proprio la fraternità, cioè la capacità di riconoscere che (si appartiene) ad una comunità nazionale e ad una comunità politica dove c’è una ragione per stare uniti, più forte di quella che divide.

2) LA DIVERSITÀ. la diversità in democrazia serve… a ricomporre sempre l’unità politica della Nazione. Noi vediamo che lo scontro politico è diventato assoluto.

3) LA LEGGE ELETTORALE. La legge elettorale ha introdotto un fattore corruttivo, sia nella cittadinanza… , sia nel ceto politico… . 

4) SERVE UN RISVEGLIO COLLETTIVO. ci vuole un grande sforzo sociale, serve operare un risveglio collettivo… (perché è) prioritario… cercare di salvare la società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*