LA LEGGE ELETTORALE (3)

La legge (elettorale)… ha operato un impoverimento dei diritti politici dei cittadini: cioè, si sceglie molto di meno. La conseguenza è anche che la selezione dei rappresentanti politici risulta distorta: non risponde più ai criteri di selezione democratica e di rendere effettiva la partecipazione dei cittadini. (…) Quindi, la legge elettorale ha introdotto un fattore corruttivo, sia nella cittadinanza, che è spinta a disinteressarsi e scende in piazza soltanto per arrabbiarsi e invece non propone più o propone di meno, sia nel ceto politico che, sempre più distaccato dalla vita sociale. Giocano le loro battaglie tra di loro e, appunto per questo, diventano un problema anziché essere la soluzione per i problemi sociali del Paese.

Antonio M.B.

Da: Serve un risveglio collettivo

Continua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*