Il nuovo governo, come il precedente, ha la medesima legittimità e dignità.

La formazione del governo è avvenuta sulla base di una nuova maggioranza parlamentare, come allo stesso modo avvenne l’anno scorso quando nacque quello tra il M5S e Lega, perciò oggi come allora non vi è nessuno scandalo né inciucio. L’auspicio dunque che sale dal profondo del cuore è che da parte di tutte le forze politiche ci sia la piena consapevolezza di avere la responsabilità di “concorrere con METODO DEMOCRATICO a determinare la politica nazionale” e ciò significa quindi permettere a tutti di esercitare il proprio mandato con la stessa medesima legittimità e dignità. Se una singola parte pretende di imporsi sulle altre significa che sta ingannando i cittadini che vorrebbe far credere di rappresentare.
Lo stesso Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, subito dopo che il premier Conte aveva comunicato i nomi dei nuovi ministri, è intervenuto al riguardo e con quella saggia autorevolezza che tutti gli riconoscono ha affermato: “Una volta che, in base alle indicazioni di una maggioranza parlamentare, si è formato un governo, la parola compete al Parlamento e al Governo. Difatti il Governo, nei prossimi giorni, si presenterà davanti alle Camere per chiedere la fiducia e presentare il suo programma. (…) Vorrei aggiungere che per me è stato di grande interesse leggere ogni mattina, sui giornali stampati oppure on-line, o ascoltare la sera in tv, le cronache e le interpretazioni dei fatti da diversi punti di vista. Questo confronto tra prospettive differenti, opinioni diverse e diverse valutazioni, è prezioso per me, come per chiunque”.
PIÙ CHIARO DI COSÌ!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*