Crisi culturale – Mancanza di pensiero (1° Parte)

Dopo aver riflettuto sui tre articoli di Jesús Morán davvero molto intensi e profondi è utile adesso riprendere da essi l’aspetto fondamentale che in ciascuno è stato messo in rilievo così da approfondire ancor più la sua importanza per l’agire politico. Per questo verrà proposto prima, a mo’ di introduzione, quanto egli afferma e successivamente si proverà a fare ulteriori considerazioni. 

Viviamo immersi in un clima di polarizzazione generalizzata che ci soffoca. (…) In definitiva, il pluralismo, onnipresente nel dibattito pubblico e premessa intoccabile del politicamente corretto, è sfociato in un’inarrestabile smania di dividersi su tutto. (…) In pratica, non riusciremo mai ad acquisire una «forma mentis depolarizzatrice» …se restiamo sulla superficie delle cose. L’attuale crisi relazionale, di cui la polarizzazione è solo un drammatico effetto disgregante, è una “crisi culturale” che può essere superata solo con un plus di cultura. E di pensiero. Perché, in fondo, chi polarizza non fa che esibire una penosa mancanza di pensiero, quello vero.

Jesús Morán

Da: Polarizzazione: tra contrasto e opposizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*