Essere uomini mondo

Chiamati ad essere “uomini-mondo” perchè la misura della comunità è l’umanità 

I politici dell’unità sono liberi di sognare una città diversa, perché sono consapevoli del fatto che per cambiarla devono cominciare da loro stessi. E per loro una città non basta. Essi infatti vogliono aprire il cuore e la mente al mondo, perché la misura della comunità è l’umanità. “La fraternità fa degli uomini e donne di questa terra “persone-mondo”, capaci di fare dei propri valori un dono e di valorizzare ed apprezzare i valori delle altre culture, per comporre quella saggezza globale oggi così necessaria. E l’umanità vivrà una interdipendenza fraterna, come una sola famiglia che saprà anche darsi strutture adeguate ad esprimere la dinamica tra unità e diversità”. Per questo quindi i politici dell’unità, proprio perché fatti nuovi dalla fraternità vissuta, sono coloro che contribuiscono a realizzare una umanità nuova.

Antonio Maria Baggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*