Acquisire l’intelligenza del cuore

Alla luce dell’esperienza che continuamente vado facendo mi rendo conto che il dialogo non è mai senza fatica anche perché nell’attuarlo può sembrare un discendere, un perdere la propria identità, un abbassarsi. In realtà è un accrescere insieme nell’amore reciproco, nella fraternità e quindi è un Ascendere che arricchisce tutti proprio perché la condivisione così intensamente vissuta porta a raggiungere obiettivi che sembravano impossibili e ci fa sentire ricolmi di gioia. 
Certo, ciò esige allenamento proprio in quanto è sempre più evidente come sia fondamentale imparare a guardarci reciprocamente con uno sguardo attento a comprendere l’altro più che ad essere compresi, a pretendere da noi più che dagli altri, a capire l’altro più che essere capiti… in una parola ad amare per primi. 
Per aiutarci dunque a vivere così facciamo nostro questo illuminante pensiero di Ermes Ronchi: “ …chi crede veramente, si apre all’ascolto dell’altro e acquisisce un’intelligenza del cuore che gli permette di comunicare con tutti, con la lingua universale che è la tenerezza, la cura, il rispetto… e contagiare di nascite, di fuoco e di speranza ogni vita che si incontra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*