La responsabilità di aiutarci reciprocamente

Con la fase 2 si è intrapreso il cammino verso quella quotidianità tanto attesa, così bruscamente interrotta dalla pandemia che ci ha costretti a rimanere in casa, e quindi adesso possiamo cominciare a dimostrare se siamo davvero capaci di mettere in pratica quello che questa durissima prova, che improvvisamente ha travolto la nostra vita, ci va facendo comprendere cioè che siamo tutti più che mai interconnessi, interdipendenti e perciò che non possiamo più prescindere dalla responsabilità di aiutarci reciprocamente.
Nel fare ciò ci sia di aiuto continuare a tener presente l’elevatissimo numero di persone che sono morte (e che ancora muoiono) a causa di questa pandemia e in particolare il non poter più incontrare i volti di quanti abbiamo conosciuto e che nella solitudine ci hanno lasciato senza poter nemmeno dare loro l’ultimo saluto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*