Adesso occorre trasformare le parole in fatti

Il premier Conte ha dato vita agli Stati Generali: sarà l’ennesima enunciazione di buoni propositi o un’imperdibile opportunità per coinvolgere davvero tutti affinché venga condiviso insieme un grande Piano nazionale di rinascita? Le stesse minoranze parlamentari sapranno dimostrare la capacità di offrire lealmente il loro insostituibile apporto?
È del tutto evidente che queste sono sfide molto esigenti proprio perché richiede a ciascuna istituzione e soggetto coinvolto il coraggio di mettere da parte ogni ricerca di visibilità e interesse di parte per poter così veramente prendersi a cuore il bene dell’Italia.  
È questa infatti la condizione vincente posta con grande forza e credibile autorevolezza dallo stesso Presidente della Repubblica e che dobbiamo perciò concorrere tutti insieme a fare in modo che si realizzi: «Siamo chiamati a una prova impegnativa: l’Italia ha le carte in regola per superare la sfida. Non vincerà da solo un territorio contro un altro, non prevarrà una istituzione a scapito di un’altra, ma solo la Repubblica, nella sua unità. Decisiva sarà la capacità di tenere insieme pluralità e vincolo unitari».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*