La politica come crocevia di relazioni fraterne

Oggi più che mai siamo tutti chiamati ad attuare la fraternità per dar vita ad una nuova cultura di stare insieme. Questo rispetto alla politica significa che occorre credere fermamente che tra cittadini ed eletti, tra maggioranza e minoranza, tra differenti forze politiche, è urgente attuare il dialogo quale unica chance possibile il quale per essere costruttivo esige un ascolto paziente, rispettoso e reciproco.
Il dialogo così vissuto infatti permette un “clima veramente fraterno”, perché creato grazie all’atteggiamento di “ciascuno di porsi al posto dell’altro”, in modo da rendere possibile di esprimere opinioni divergenti “alla luce dell’idea dell’altro” e convergere così ad un “idea al di sopra delle parti”.
Per questo dunque bisogna avere il coraggio di assumere la sfida della fraternità non soltanto come ispirazione etica ma come progetto politico così che i diversi soggetti coinvolti nel processo democratico, nel pieno rispetto dei ruoli di ciascuno, possano concorrere davvero tutti insieme ad assumere uno sguardo d’amore nei confronti della propria città e dell’intero Paese. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*