Un nuovo umanesimo al servizio di un’umanità nuova

L’Enciclica Fratelli tutti non poteva uscire in un tempo più opportuno di questo e dunque proprio per favorire ancor più la sua lettura è davvero molto importante raccogliere questo illuminato invito.

“L’enciclica è una sfida, una sfida a vivere noi meglio l’eredità che Chiara Lubich ci ha lasciato per poter accogliere pienamente questa grande enciclica – perché è una grande enciclica, per me un manifesto del nuovo umanesimo all’altezza dei tempi – , e per dare un contributo vero e valido. (…)
Io mi auguro che venga letta da tante persone, è un enciclica facile da leggere. Che sia letta, che sia approfondita dappertutto, che dia un po’ di speranza in un momento oscuro della storia dell’umanità per tanti motivi, e che quindi susciti dei cambiamenti profondi. Io mi aspetto che veramente sia l’inizio di una costruzione pratica, viva, e allo stesso tempo teorica di un nuovo umanesimo al servizio di un’umanità nuova”. *

Jesús Morán

* Da questa intervista pubblicata su Vatican news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*