“Iniziare processi più che di possedere spazi”.

Usciremo positivamente da questa preoccupante crisi politica nella misura in cui, soprattutto in un momento così terribile, ciascuno – premier, governo, maggioranza e minoranze comprese – ammetterà lealmente le proprie responsabilità in modo particolare nel non aver voluto dare credibilmente la disponibilità ad attuare un dialogo che fosse il più ampio possibile.
Per questo dunque auguro che il confronto che adesso si aprirà in Parlamento sia vissuto con grande onestà intellettuale e lo sarà davvero a condizione che tutti sapranno fare proprio questo pensiero di un grande Leader: «Uno dei peccati che a volte si riscontrano nell’attività socio-politica consiste nel privilegiare gli spazi di potere al posto dei tempi dei processi. Dare priorità allo spazio porta a diventar matti per risolvere tutto nel momento presente, per tentare di prendere possesso di tutti gli spazi di potere e di autoaffermazione. Significa cristallizzare i processi e pretendere di fermarli. Dare priorità al tempo significa occuparsi di iniziare processi più che di possedere spazi». (1)

1) (Evangelii Gaudium: paragrafo 223)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*