“Come fossi sua madre”

Maria non scaglia pietre. Anzi: nessuno come lei diffonde amore.
Diffonde amore. Perché?
Perché è madre. Una madre non sa che amare.
E l’amore della madre è tipico: ama i propri figli come sé, perché c’è qualcosa di sé, veramente, nei suoi figli. (…)
Anche noi possiamo trovare qualcosa di noi stessi negli altri. (Siamo infatti tutti chiamati a vivere la fraternità fra di noi).
E allora, come ci comporteremo?
Ecco: di fronte ad ogni prossimo: in casa, al lavoro, per strada, con quello del quale stiamo parlando, con le persone con cui ci intratteniamo al telefono, con quelli a vantaggio dei quali esplichiamo il nostro lavoro, di fronte ad ognuno dobbiamo pensare semplicemente: devo comportarmi come fossi sua madre. E agire di conseguenza.
Una madre serve, serve sempre. Una madre scusa, scusa sempre. Una madre spera, spera sempre.
Se noi avremo il cuore di una madre… saremo sempre pronti ad amare gli altri in tutte le circostanze.
“Come fossi sua madre”: questo il nostro impegno per esser certi di non scagliare pietre e per poter essere per tutti la presenza di Maria.

Chiara Lubich

* L’affermazione tra le parentesi è mia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*