Da dove ripartire? Amare subito nell’attimo presente!

Dopo le vacanze è sempre un po’ difficile ricominciare perchè si porta vivido in cuore il ricordo dei meravigliosi paesaggi di montagna, l’immensità del mare… cioè tutto quanto si è ammirato insieme alla gioia vissuta, e ciò fa sentire faticoso riprendere le impegnative attività quotidiane: tanto è facile infatti ambientarsi a ciò che è bello, piacevole e riposante, tanto pesa tornare ad affrontare la routine di ogni giorno con tutta la sua complessa problematicità.
Come dunque affrontare con serenità l’impegnativo rientro il quale può anche essere percepito perfino come traumatico? L’importante è cercare di rimanere in quella ritrovata libertà interiore vissuta durante le vacanze così da continuare a sperimentare che – anche in ogni cosa che facciamo, nel svolgere la diversità dei ruoli (sociali, politici, istituzionali…) a cui si è chiamati, nella fatica e nella stessa sofferenza che tutto ciò richiede -, quando si ama si è felici, e se si ama sempre, si è felici sempre!
Una piccola grande idea per poter mettere in pratica ciò è quella di amare subito nell’attimo presente: «La vita non è fatta che di attimi presenti e valgono quelli per chi vuole operare qualcosa». (…) «È il presente che conta… che per me, per te, per noi, deve essere colto al volo e vissuto bene». (…) «Chi vive il presente, secondo le circostanze, è paziente, è perseverante, è mite, è povero di tutto, è puro, è misericordioso perché ha l’amore nella sua espressione più alta e genuina». (Chiara Lubich)
È questo allora l’augurio più autentico che possiamo scambiarci nell’iniziare questo nuovo anno sociale: vivere il presente amando ciò che siamo chiamati a compiere e quanti ci passano accanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*