ADESSO BISOGNA DIRE BASTA!

Adesso bisogna dire basta con ferma determinazione alle inaudite offese lanciate da Grillo ai suoi contendenti politici in quanto è legittimo contestare l’operato degli altri con tutta la schiettezza possibile, ma non si può mai essere liberi di distruggere la dignità di nessuno, fosse anche quella del peggior delinquente: egli infatti non si rende conto che continuando con questi epiteti così rancorosi anziché andare verso l’auspicato cambiamento politico si finirà purtroppo per mettere a repentaglio la stessa democrazia?
Così come non ci è più possibile tacere davanti all’arroganza di chi pretende di ribaltare la verità ancora una volta a proprio favore. Non fu Berlusconi nel 1994 a rompere senza scrupoli né preoccupazioni di pluralismo la saggia tradizione di lasciare una presidenza delle Camere all’opposizione? Ve lo ricordate il Berlusconi pigliatutto che fece allegramente eleggere la Pivetti alla Camera e Scognamiglio al Senato? E poi Casini alla Camera e Pera al Senato? E poi Fini alla Camera e Schifani al Senato? Come si vede sono tutti rigorosamente della sua parte politica. Con che coraggio perciò ora invece proprio lui grida al golpe?
Il Paese ha urgentemente bisogno di essere governato altrimenti verremmo tutti travolti e questa volta senza scampo e ciò esige di uscire una volta per tutte da quell’equivocità con cui il Paese per troppo tempo è stato governato.
Come cittadini dunque, se vogliamo esercitare davvero la nostra sovranità con tutta la responsabilità che richiede la gravità del momento, adesso dobbiamo alzare con fermezza la nostra voce e dire basta: BASTA INGIURIE, BASTA DISTRUGGERE L’AVVERSARIO, BASTA GIOCHI DI PALAZZO, BASTA CONFONDERE I POTERI DELLO STATO A PROPRIO FAVORE, BASTA TRADIRE LA VERITA’ CON L’AMBIGUITA’ DEL PROPRIO AGIRE.
Scusate se ho osato esprimere ciò che in questi giorni diventa sempre più insopprimibile dentro di me e che mi spinge in modo pressante a chiedervi: voi stessi non sentite ribollire il sangue nelle vene nel vedere come irresponsabilmente si sta rischiando di sfasciare la nostra amata Italia? Vi sembro esagerato se dico che se fosse opportuno bisognerebbe andare anche a Roma a presidiare il Parlamento?
Come augurio per questa Pasqua desidero infine condividere con voi questa bella conclusione di un «sogno», quello de L’Adolescente di Dostoewskij. In questa pagina, Dostoewskij descrive lo smarrimento degli uomini orfani di Dio e conclude immaginando il Cristo che viene nella maestà divina del suo amore infinito, che ha sofferto e redento tutto il male e il dolore dell’uomo:

Non posso fare a meno di lui, non posso fare a meno di immaginarmelo finalmente, in mezzo agli uomini diventati orfani.
Egli viene a loro, stende le mani verso di loro e dice: «Come avete potuto dimenticarmi?».
E qui cadrebbe il velo dagli occhi di tutti e si leverebbe un inno grandioso e trionfante alla nuova ed ultima resurrezione.

 

* Il blog riaprirà martedì 2 Aprile 2013

Un pensiero su “ADESSO BISOGNA DIRE BASTA!

  1. Grazie Pinuccio.
    Hai proprio ragione, occorrerebbe andare a Roma per fare percepire la necessità di collaborare per il bene del Paese. Qui sono in atto inutili tatticismi, che non servono a nessuno.
    Inutile annunciare che il Parlamento può comunque operare senza un governo…è vero, ma è solo un governo forte che può garantire la credibilità, la forza all’Italia e che può trattare accordi internazionali di cui abbiamo bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*