REDIMERE LA POLITICA

Più prendo coscienza di quanto sia terribilmente attorcigliata su sé stessa la situazione politica e più vado sperimentando due contrapposte sensazioni che in modo diverso mi procurano una lancinante sofferenza.

Da una parte davanti alla fatica di capire quanto sta accadendo, all’impossibilità di un confronto davvero costruttivo a causa dell’irresponsabile clima del “tutti contro tutti” e al costatare di conseguenza il crescere in modo sempre più preoccupante dell’allontanamento dalla politica da parte dei cittadini, che se per certi aspetti è più che comprensibile rischia però di farci diventare un po’ tutti dei complici più o meno consapevoli del degrado che va dilagando, ci sono momenti in cui avverto tutta la mia impotenza nel voler concorrere con determinazione a procurare quell’indispensabile insurrezione delle coscienze di cui si avverte un’urgente necessità.

Dall’altra sento dentro di me l’ardente desiderio, come un fuoco incontenibile, di buttarmi con tutto me stesso nel contribuire a far ripartire un nuovo processo virtuoso attuando davvero quanto chiede a tutti Papa Francesco: “ …mettere al posto della malizia l’innocenza, al posto della forza l’amore, al posto della superbia l’umiltà, al posto del prestigio il servizio”.

Ciò permetterebbe l’apertura di ciascuno all’altro e di attuare un amore rispettoso, di accogliersi gli uni gli altri mettendosi reciprocamente in un ascolto senza pregiudizi,  vuotandosi di sé per essere per l’altro dimora accogliente, e arrivare così fino ad amare le diversità gli uni degli altri: in questo modo potremo contribuire davvero nei fatti a REDIMERE LA POLITICA!!!

Che ci sproni a ciò allora il prendere coscienza che breve, brevissimo, è il nostro camminare sulla terra. Come diceva infatti un grande poeta italiano: «E’ subito sera». Che dunque l’amore fra tutti possa far sgorgare, nelle asprezze anche terribili della vita, quella fraternità che intorno a noi, nel nostro Paese e dentro l’intera umanità attende di vedere realizzata.

Un pensiero su “REDIMERE LA POLITICA

  1. Ciao Pinuccio,
    tempo fa avevi pubblicato un bellissimo post sul ruolo del leader. Sai che sarebbe il caso di riproporlo oggi…
    E’ una riflessione che ritorna ed è latente.
    Leader o non leader? Chi è il leader?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*