SANTI INSIEME

“Affinché l’umana società sia uno specchio il più fedele possibile del Regno di Dio, è necessario l’aiuto dall’alto. Allontani Egli dal cuore degli uomini ciò che può mettere in pericolo la pace; e li trasformi in testimoni di verità, di giustizia, di amore fraterno. Illumini i responsabili dei popoli, affinché accanto alle sollecitudini per il giusto benessere dei loro cittadini garantiscano e difendano il gran dono della pace; accenda la volontà di tutti a superare le barriere che dividono, ad accrescere i vincoli della mutua carità, a comprendere gli altri, a perdonare coloro che hanno recato ingiurie; in virtù della sua azione, si affratellino tutti i popoli della terra e fiorisca in essi e sempre regni la desideratissima pace”.

“Gli uomini, incontrandosi, abbiano a scoprire meglio i vincoli che li legano, provenienti dalla loro comune umanità e abbiano pure a scoprire che una fra le più profonde esigenze della loro comune umanità è che tra essi e i rispettivi popoli regni non il timore, ma l’amore: il quale tende ad esprimersi nella collaborazione leale, multiforme, apportatrice di molti beni”.
San Giovanni XXIII

“Gli uomini che sanno guardare al futuro sono quelli che fanno la storia; gli altri ne sono rimorchiati e finiscono per trovarsene ai margini, impigliati in una rete di occupazioni, di progetti, di speranze che, alla resa dei conti, si rivelano ingannevoli ed alienanti. Solo chi s’impegna nel presente, senza farsene “catturare”, ma restando con lo sguardo del cuore fisso alle “cose di lassù, dove si trova Cristo assiso alla destra di Dio” (Col 3,1), può orientare la storia verso il suo compimento”. “A voi (giovani) è affidata la missione di aprire nuove vie di fratellanza tra i popoli, per costruire un’unica famiglia umana. (…) Risuoni nella coscienza di tutti questo invito: ama gli altri popoli come il tuo!”

“Rispondete alla violenza cieca all’odio disumano con l’affascinante potere dell’amore. Vincete l’inimicizia con la forza del perdono. Mantenetevi lontani da ogni forma di nazionalismo esasperato, di razzismo e di intolleranza. Testimoniate con la vostra vita che le idee non si impongono, ma si propongono”.
San Giovanni Paolo II

Questi sono alcuni importanti pensieri che hanno guidato la loro sapiente azione i quali, se attuati anche oggi, permettono a tutti noi di continuare a concorrere nel realizzare sempre più ciò che ad essi stava molto a cuore e cioè una convivenza animata dalla fraternità: non è infatti seguendo anche noi con coerenza le loro orme che possiamo davvero sperimentare in ogni istante il dono della loro luminosa presenza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*