Rifare l’unità della famiglia umana

«L’unità è un dono dall’alto, da chiedere con fede, senza stancarci mai. Essa inoltre deve rimanere costantemente in cima ai nostri pensieri e desideri. Se questo è il sogno di Dio vogliamo che sia anche il nostro sogno. Di tanto in tanto, prima di ogni decisione, di ogni scelta, di ogni azione, potremmo domandarci: serve per costruire l’unità, è il meglio in vista dell’unità? Dovremmo infine correre là dove le disunità sono più evidenti e prenderle su di noi. (…) Sì, questo a volte ci metterà in croce, ma è proprio la strada che Gesù ha scelto per rifare l’unità della famiglia umana, la strada che anche noi vogliamo percorrere con lui».

Questi due esigenti e allo stesso tempo affascinanti pensieri sono di Fabio Ciardi e fanno parte del suo bellissimo commento alla nuova Parola di Vita, tratta dal vangelo di Giovanni, per il mese di novembre che inizia proprio domani: «Perché tutti siano una sola cosa» (Gv 17, 21).
L’invito dunque è di “meditarla” e lasciarci invadere dalla sua trascinante bellezza così che infiammi il nostro cuore e di conseguenza alimenti il nostro agire: mai come oggi infatti siamo chiamati a concorrere con sempre maggior perseveranza, ‘costi quel che costi’, affinché si realizzi finalmente il sogno di un MONDO UNITO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*