Condivisione

Ho inviato anche ad alcuni amici la riflessione che ho postato mercoledì, 20 gennaio 2016, e al riguardo ho ricevuto questi preziosi commenti che ora condivido con tutti voi.

…grazie del pensiero che ci hai inviato. L’accostamento che hai fatto tra la parabola e la politica ha suscitato in me una nota estremamente positiva. Certo, se ciascuno di noi si mettesse davanti ad ogni problema nell’atteggiamento del Padre, tutto cambierebbe. La politica, per raggiungere il bene comune, ha proprio bisogno di una tale iniezione ma devo iniziare IO nel mio piccolo e adesso, senza aspettare che siano gli altri a farlo. Non posso pretendere che a Roma cambino se io non cambio. Il lamentarci non porta a niente, ci infastidisce solamente. (D. P.)

Grazie per la riflessione. Io stesso ho sempre letto questa parabola con gli occhi dei figli, tanto da arrivare ad essere dispiaciuto mettendomi nei panni del figlio che non lascia la casa, continua a lavorare e cerca sempre di comportarsi correttamente. Forse l’errore sta proprio lì; essere a posto con se stessi e non capire le difficoltà della vita degli altri. (C. C.)

Molto bello. (C. B.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*