Andare controcorrente

Rimane attuale l’affermazione di Hannah Arendt, per la quale «il valore dell’uomo viene giudicato dal grado in cui egli agisce contro il proprio interesse e contro la propria volontà». In altre parole: il valore dell’uomo (di un politico) è commisurato dalla sua disponibilità a perdere la propria visione parziale in favore di una visione più generale, anche se, per questo, dovesse rinunciare a qualche beneficio o vantaggio per sé stesso o per la propria corrente politica.

Marco Fatuzzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*