Stanno perdendo il Paese, pezzo a pezzo

Ma come è possibile che l’intera classe politica, davanti al sempre più inarrestabile allontanamento dei cittadini dalle urne, non si renda conto che ciò sta portando ad una desertificazione della stessa democrazia? Le conseguenze di ciò infatti sono davvero molto pericolose come scrive con acutezza Marco Tarquinio e di cui vengono riportate queste graffianti affermazioni.

La coriacea e dura assenza dei troppi cittadini elettori, che non vogliono saperne più di votare. (…) Se ne stanno andando. Si allontanano dalle urne. Per delusione, indignazione, stanchezza, rabbia, sfiducia… (…)                                                      Meglio che i nostri politici se lo mettano bene in testa: possono vincere o perdere spartendosi i suffragi espressi, e questo succede, perché siamo in democrazia e in democrazia conta chi c’è, ma loro tutti insieme stanno perdendo il Paese, pezzo a pezzo. E nel vuoto che così si sta creando si può incuneare davvero di tutto. Può avere spazio e legittimazione anche il peggio, sul piano politico, sul piano sociale.

Marco Tarquinio

(Dall’articolo “Voto e non voto, vincitori e sconfitti” – Avvenire martedì 7 novembre 2017)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*