Il mondo unito: un cantiere in continuo e fecondo fermento!

Guardando il preoccupante scenario internazionale avverti sconforto e disorientamento in quanto ti sembra che coloro che governano le nazioni fatichino davvero molto a comprendere che non sta nella contrapposizione (e ciò vale anche per la nostra Italia), e tantomeno nella forza ma unicamente nella saggezza dell’agire il futuro dell’umanità. Ha affermato con graffiante saggezza Igino Giordani: “I disastri internazionali e nazionali di questi tempi sono catastrofi connesse con l’incapacità di amarsi e già di andare d’accordo. Non si sa vivere mentre si perfeziona l’arte del morire”. E ancora:      “Se il male avanza è perché il bene si ritira”.

Per cui anche se le tinte purtroppo sono fosche, l’irragionevolezza sembra prevalere… l’importante è continuare a credere e testimoniare con il proprio esempio quanto sia determinante vivere la fraternità: essa infatti favorisce proprio l’incontro tra diversi e in questo modo rende veramente possibile l’unità non solo fra i singoli ma anche fra i popoli.

È essenziale dunque costruire ponti di fraternità e contribuire a far crollare le barriere dell’indifferenza, dei pregiudizi, dell’egoismo. Non siamo soli nel fare ciò in quanto il cantiere per realizzare il modo unito è in continuo e fecondo fermento: ovunque nel mondo infatti c’è in atto questo vigoroso impegno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*