Un bellissimo articolo de L’Eco di Bergamo

Ieri il quotidiano L’Eco di Bergamo a dedicato un bellissimo articolo all’incontro che si è tenuto mercoledì a Sotto il Monte (vedete in fondo al post il link allegato), del quale ringrazio di cuore la bravissima inviata Monica Gherardi. Esso si conclude così: «All’incontro c’è stata anche la presentazione del partito neocostituito “Giovani protagonisti». Passione, entusiasmo, coraggio, responsabilità e rinuncia – ha detto il referente Jacopo Masper – sono le parole fondamentali per chi inizia a fare politica”».

Credo che questo sintetico pensiero esprima magnificamente il senso dell’intera serata di mercoledì, a maggior ragione che ad affermarlo è un giovane che insieme ad altri stanno iniziando davvero a mettersi in gioco concretamente: ecco, mi sono detto, da dove deve ripartire la politica per tornare ad essere veramente di nuovo credibile. Vorrei solo aggiungere un’altra importante parola che in quella serata si è sperimentata e cioè la reciprocità che nasce dalla fraternità vissuta: le contrapposizioni infatti producono soltanto conflittualità mentre la condivisione delle diversità, nel rispetto delle differenti identità, diviene una ricchezza insostituibile per poter raggiungere davvero il bene comune delle proprie città e dell’intero nostro Paese.

Auguro dunque a tutti i giovani che erano presenti e anche a coloro che leggeranno questo post di saper raccogliere questa impegnativa ma irrinunciabile sfida della fraternità come principio politico: questo è un tempo infatti nel quale voi siete chiamati a cose grandi e quindi sforzatevi di volare sempre più in alto cioè di lasciarvi animare da grandi ideali e realizzarli concretamente dentro la quotidianità del vostro insostituibile agire

Articolo de Eco di Bergamo

2 pensieri su “Un bellissimo articolo de L’Eco di Bergamo

  1. Sono molto contento e confortato, da Segretario comunale (e da cittadino), per lo slancio che i giovani dimostrano nonostante l’infittirsi delle nebbie, quelle che Pinuccio e il Movimento politico per l’Unità affrontano con strenua determinazione come un faro nella notte. Come diceva profeticamente Chiara Lubich, la fraternità non è quel qualcosa in più che qualifica la politica, ma la sostanza stessa della politica. O non è politica. Daniele Lavore

  2. L’intuizione di Chiara Lubich di dar vita al Movimento politico per l’unità è stata davvero formidabile e lungimirante perché quando si parla di politica si pensa in modo molto riduttivo solo ai politici mentre il processo democratico richiede l’apporto proprio di tutti: per questo infatti il laboratorio politico pensato da Chiara è composto da cittadini, funzionari, studiosi, politici impegnati ai vari livelli, di ispirazioni e partiti diversi, che mettono la fraternità alla base della loro vita politico.
    Grazie allora Daniele, per il tuo preziosissimo lavoro come Segretario comunale anche se spesso non viene riconosciuto pubblicamente ma che, come vedi, è altrettanto essenziale per poter raggiungere il bene delle nostre città e dell’intero nostro Paese. Allora andiamo avanti insieme e sentiamoci, ognuno dove siamo chiamati ad agire, tessere ugualmente preziose nel comporre lo stesso bellissimo mosaico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*