La mitezza è l’opposto della politica

Chi sono i miti, come possiamo definirli… io ho chiesto aiuto, metaforicamente, ad un saggio di un grande personaggio della cultura italiana, mancato da una quindicina d’anni notissimo, …forse il maggior filosofo politico che l’Italia abbia avuto nella seconda metà del ventesimo secolo e cioè Norberto Bobbio. Bobbio scrive un saggio di straordinaria penetrazione e acutezza proprio in riferimento alla mitezza… Bobbio dice (che) la mitezza è l’unica suprema potenza che consiste nel lasciare essere l’altro quello che è, quindi non è una debolezza, non è una mancanza, non è un deficit è una potenza, salvo che il modo in cui questa suprema ....continua a leggere --->

Un completo cambiamento…

Non possiamo negarlo: ognuno ha la sua croce. Il dolore, nelle sue differenti manifestazioni, fa parte della vita umana, benché ci risulti incomprensibile e contrario al desiderio di felicità. Tuttavia, possiamo scoprire in esso una luce inattesa.  Così come succede a volte quando, entrando in alcune chiese, avvertiamo delle meravigliose e luminose vetrate che dall’esterno sembravano buie e prive di bellezza.

Ci viene chiesto un completo ....continua a leggere --->

Metànoia della politica e riformismo istituzionale

Il 4 dicembre 2016 si tenne il referendum in merito alle riforme istituzionali il quale decretò una sonora bocciatura della proposta presentata dal Governo Renzi e in merito a ciò va ricordato che le forze politiche che si erano duramente opposte durante l’acceso scontro che precedette la consultazione espressero la loro disponibilità, in caso prevalessero i No, a riscriverla tutti insieme.   E ciò era anche il forte auspicio di moltissimi cittadini che si sono espressi per il No e cioè che venisse deposta “l’ascia di guerra” e si potesse valorizzare il vasto confronto che si era sviluppato proprio per poter realizzare davvero una riforma ....continua a leggere --->

Il valore dell’umanità

 

 

 

 

(…) L’umanità va sempre realizzata, l’uomo non è un dato oggettivo, l’uomo è in costruzione continua, in edificazione. Anzi c’è un filosofo che dice che l’uomo è come un duomo o come una cattedrale di cui non si vede mai la cupola. E anche Kierkegaard dice che quando nasce un uomo, nasce un infinita possibilità.
Io credo che questo ....continua a leggere --->